In questo numero ... Stampa Email
LE PERIFERIE DELL'EDUCAZIONE

La periferia come luogo materiale e simbolico, generativo di esperienza e di sapere, di cultura e di scienza, di dialogo e di confronto, controverso crocevia di scontro e di accordo, di discriminazione e di emancipazione, di progresso e di involuzione.

 

 

 

Le periferie “servono” alla pedagogia perché qui essa trova infinite suggestioni atte a problematizzare l’esistente e mettere alla prova il proprio potenziale critico e riflessivo. La pedagogia “serve” alle periferie perché in essa queste trovano il miglior alleato per mantenere viva la mobilità dei propri confini e trasformare gli spazi e i tempi della marginalità, spesso intesi come residuali del centro, in spazi-tempi creativi e produttivi di rappresentazioni, immaginari, sistematizzazioni divergenti. Il margine, per via pedagogica, si configura come campo di continua oscillazione, come esercizio di ragione problematica che mette in discussione innanzitutto se medesima.

Questa call di MeTis intende esplorare le manifestazioni pedagogiche e didattiche che vivono del rapporto con le periferie, siano esse i quartieri suburbani delle metropoli o anche intere comunità che vivono di identità altre rispetto ai modelli culturalmente dominanti (zone interne, minoranze etno-linguistiche, comunità di migranti ecc.). Siano esse le periferie simboliche della controcultura (avanguardie artistiche, letterarie, politiche, culturali contemporanee) o della marginalità, dello svantaggio e della devianza (delle dipendenze, delle esclusioni, delle inabilità ecc.). Siano esse le periferie dei saperi (nuove discipline nate dalla contaminazione di sguardi altri sul mondo) o delle culture (risultanti dalle reazioni alle violenze delle culture dominanti con relative nuove costruzioni culturali). Siano esse, ancora, le pratiche formative ai margini dell’ortodossia disciplinare-scientifica con quanto esse hanno di contestativo e innovativo.

 

Su tutto questo – e su quanto altro ancora di inedito potrà essere generato – la comunità scientifica è chiamata a interrogarsi e a tracciare percorsi di riflessione e di azione utili a riprogettare l’oggi e il domani dell’educazione.

 

INDICE - TABLE OF CONTENTS

 

L'EDITORIALE - EDITORIAL

Isabella Loiodice
Dalla periferia al “centro” del mondo: omaggio a Nelson Mandela

From the periphery to the "center" of the world: a tribute to Nelson Mandela

 

 

INTERVENTI - ARGUMNETS

 


Barbara Mapelli
Uomini, educazione e cura

Men, education and care

Isabella Loiodice

Bambini e anziani, centro o periferia?

Children and the elderly, center or periphery?


Graziano Cavallini

Marx! Chi era costui?
Marx! Who was this man?


SAGGI - ESSAYS

Lorena Milani

Costruire competenze professionali nelle periferie dell’intercultura e della devianza minorile. Il caso del CGM di Torino
Building professional skills in the suburbs of intercultural and juvenile delinquency. The case of the CGM of Turin


Monica Parricchi

Educazione al consumo: da sapere di periferia a fulcro educativo per il benessere
Consumer education: from periphery to core educational knowledge for the welfare

 

Giuseppe Annacontini

Formare altrimenti: dalla relazione centro-periferia alla mobile riorganizzazione delle differenze
Otherwise forming: from the center-periphery relation to the shifting reorganization of the differences


Marina De Nicolò

Periferie educative in un inedito modello di urbanizzazione a forte integrazione sociale
Suburbs education in an unusual pattern of urbanization in strong social integration


Rosita De Luigi, Simona Wright

Lampedusa oltre il confine: per una pedagogia dell’incontro
Lampedusa over the border: a pedagogy of enounter


Fiammetta Fanizza

Le Province italiane: una storia “ai margini”

The Italian provinces: a history "on the edge"

Rosella Persi

Periferie urbane e periferie del mondo: riflessioni e proposte pedagogiche
Urban peripheries and peripheries of the world: reflections and pedagogical proposals


Mimmo Pesare

Le periferie come “spazi altri”. Psicopedagogia delle eterotopie in Michel Foucault
The suburbs as "other areas". Educational psychology of heterotopias in M. Foucault


Roberto Travaglini

Le “periferie” virtuali del disagio giovanile nella società educante
The virtual "suburbs" of youth problems in educating society

Andrea Traverso

Bambini periferici: natura, scuola e città in relazione
'Peripheral' Children: the relationship among Nature, School and City


Maria Vinella

Forme di linguaggio ai margini. Il disegno infantile
Marginal forms of language: children’s graphic activity

Severo Cardone

Il museo come “periferia”, profilo storico di un contesto in continua trasformazione
The museum as a "periphery". Historical  profile of a constantly changing environment


EX ORDIUM

Silvio Bagnariol, Luisa Salmaso

Disabilità come paradigma della periferia educativa
Disability as a paradigm of the periphery of education

Vito De Nardis, Emanuela Recchia
Dalla periferia al centro e ritorno. Storia di una mediazione possibile

From the periphery to the center and back. Story of a possible mediation

Sara Di Canosa

La giustizia minorile in Italia: possibili interventi educativi in un contesto giudiziario penale
The juvenile justice system in Italy: educational interventions in a specific criminal justice context

Arturo Gianluca Di Giovine

Le periferie romanì come indizi dello stato di salute della società
Romanì 'peripherals' as clues of the health situation of society

Sabina Falconi

L'innovazione didattica e l'insegnamento
Innovative didactics and teaching

Giulia Gozzelino

Competenze di periferia per una pedagogia della cooperazione. La strada dei bambini talibé in Senegal
Skills of suburbs for a pedagogy of cooperation. Talibe childhood in Senegal

Alessandra Mastrodonato

Per un archivio della generatività sociale nelle periferie
For an archive of social generativity in the suburbs

Mario Salcuni

L’educazione finanziaria e ambiti di applicazione: dagli investimenti consapevoli alla mitigazione del fenomeno di esclusione finanziaria
Financial education and fields of application: from aware investments to the mitigation of the phenomenon of financial exclusion

Chiara Urbani

Le periferie dello sviluppo professionale docente. Capacitare i contesti sociali allargati
The suburbs of  the professional development of teachers. Capabilities in expanded social contexts

Federico Zannoni

Periferie geografiche e periferie esistenziali negli adolescenti figli di immigrati
Geographic and existential peripherals in young children of immigrant people


BUONE PRASSI - GOOD PRACTICES


Ida Ninni

Verso una scuola ecocentrica
Towards an ecocentric school system


Lyudmila S. Astafyeva

ПОЛИКУЛЬТУРНОЕ ВОСПИТАНИЕ ИНОСТРАННЫХ СТУДЕНТОВ В МЕЖДУНАРОДНЫХ ВУЗАХ РОССИИ: ОСОБЕННОСТИ ЕГО РАЗВИТТИЯ (по итогам исследования)

Polycultural education of foreign students in international higher schools of russia: on the results of the research

Alessio Perlino

Diversa abilità e lavoro di rete per l’inclusione sociale: studio di un caso. Il progetto “giochi senza barriere”alla “Residenza San Giovanni”
Different ability and network for social inclusion: a case study. The “games without barriers” project at the “Residenza San Giovanni”


U. Daniele, G. Persico

Per una critica dell’intervento sociale nei campi-nomadi: politiche, progetti, biografie
A critique of social intervention in the nomad camps: policies, projects, biographies