Il corpo mutante della/nella disabilità

Contenuto principale dell'articolo

Mirca Montanari

Abstract

La comprensione, l’interpretazione e l’accettazione della disabilità passano anche attraverso la percezione delle limitazioni, delle potenzialità, dello straniamento del corpo, considerato uno degli elementi irripetibili e unici della persona diversa. Le molteplici espressioni della corporeità nelle persone con disabilità, sono portatrici di identità, di immagini, di simboli, di significati, di valori e/o di stigma in grado di influenzare i complessi contesti sociali e culturali della contemporaneità liquida subendone, nel contempo, i molteplici e, a volte discriminanti, condizionamenti. Il contributo intende offrire alcuni spunti di riflessione, di natura teorica, relativi alle differenti e singolari dimensioni corporee della disabilità, con particolare riferimento alla condizione e ai vissuti del corpo protesico, nella prospettiva formativa della ri-costruzione e della cura di sé.

Dettagli dell'articolo

Sezione
Saggi
Biografia autore

Mirca Montanari, Università della Tuscia

Ricercatore a T.D. in Pedagogia e didattica speciale

Articoli simili

<< < 1 2 3 4 > >> 

Puoi anche Iniziare una ricerca avanzata di similarità per questo articolo.